Protocollo operativo per tecnica implantare a carico immediato

  1. Incisione a spessore totale e scollamento del lembo. 
  2. Preparazione del sito con manipolo 16:1 alla velocità minima 600 g/m al massimo di 1000 g/m. 
  3. Seguire la sequenza delle frese iniziando dalla lanceolata che demarca il punto iniziale del sito implantare poi la Fresa pilota da 2.2 per preparare la lunghezza stabilita del solco implantare e successive frese per il diametro dell’impianto da 3.5 – 4.0 – 4.5 – 5.0.
  4. Attenzione alla densità ossea compatta che si riscontra per la maggior parte nel settore mandibolare anteriore, si richiede l’utilizzo della fresa opzionale osso compatto come fresa finale prima dell’inserimento dell’impianto.
  5. L’inserimento dell’impianto  s’effettuato con il manipolo, la velocità deve essere di 20 g/m con un torque di max 55N-cm.
  6. L’affondamento dell’impianto nel sito deve essere al massimo  di 1mm.
  7. Avvitamento del Moncone alla velocita di 10 g/m con un torque max di 30N-cm per monconi con connessione interna.
  8. Avvitamento del Moncone alla velocità di 10 g/m con un torque max   di 25N-cm per monconi con connessione esterna (MUA).

Protocollo operativo per tecnica implantare sommersa (bifasica) 

  1. Incisione a spessore totale e scollamento del lembo.
  2. Preparazione del sito con manipolo 16:1 alla velocità minima 600 g/m al massimo di 1000 g/m.
  3. Seguire la sequenza delle frese iniziando dalla lanceolata che demarca il punto iniziale del sito implantare poi la Fresa pilota da 2.2 per preparare la lunghezza stabilita del solco implantare e successive frese per il diametro dell’impianto da 3.5 – 4.0 – 4.5 – 5.0.
  4. Attenzione alla densità ossea compatta che si riscontra per la maggior parte nel settore mandibolare anteriore, si richiede l’utilizzo della fresa opzionale osso compatto come fresa finale prima dell’inserimento dell’impianto.
  5. L’inserimento dell’impianto  s’effettuato con il manipolo, la velocità deve essere di 20 g/m con un torque di max 55N-cm.
  6. L’affondamento dell’impianto nel sito deve essere al massimo di 1mm.
  7. Fase finale avvitamento della vite tappo colorata al diametro  dell’impianto.

Protocollo operativo per tecnica implantare non sommersa (monofasica)

  1. Incisione a spessore totale e scollamento del lembo.
  2. Preparazione del sito con manipolo 16:1 alla velocità minima 600 g/m al massimo di 1000 g/m.
  3. Seguire la sequenza delle frese iniziando dalla lanceolata che demarca il punto iniziale del sito implantare poi la Fresa pilota da 2.2 per preparare la lunghezza stabilita del solco implantare e successive frese per il diametro dell’impianto da 3.5 – 4.0 – 4.5 – 5.0.
  4. Attenzione alla densità ossea compatta che si riscontra per la maggior parte nel settore mandibolare anteriore, si richiede l’utilizzo della fresa opzionale osso compatto come fresa finale prima dell’inserimento dell’impianto.
  5. L’inserimento dell’impianto s’effettuato con il manipolo, la velocità deve essere di 20 g/m con un torque di max 55N-cm
  6. L’affondamento dell’impianto nel sito deve essere al massimo di 1mm
  7. Fase finale avvitamento della vite di guarigione.

;